Olio vergine di semi di canapa bio

Dalla coltivazione biologica controllata in Germania, i semi vengono spremuti freschi e delicatamente in modo da conservare tutti i loro preziosi ingredienti.

Protetto dalla bottiglia in vetro rifrangente la luce. Conservare in luogo fresco. Una volta aperto, il prodotto va consumato entro sei mesi.

Si consiglia di usarlo a crudo poiché le alte temperature distruggono i suoi acidi grassi essenziali.

Non riscaldare al di sopra dei 180° C. Contenuto 250 ml.

CERTIFICATO BIO DE-013-ÖKO-KONTROLISTELLE

Il potere nutritivo del seme di canapa

Il seme di canapa è l'alimento vegetale con il più alto valore nutrizionale.

In primo luogo ha un contenuto di proteine pari al 20-25 % : l’elevato contenuto di edestina, insieme con l’altra proteina globulare, l’albumina, fa in modo che tali proteine contengano tutti e nove gli amminoacidi essenziali in una combinazione proteica unica in tutto il mondo vegetale; fornendo così al nostro corpo la base su cui creare altre proteine come le immunoglobuline: anticorpi che respingono le infezioni prima ancora che arrivino i primi sintomi percepibili.

Il seme di canapa presenta una frazione grassa (34-35%) di ottima qualità e di composizione equilibrata costituita, per il 70-75%, da una miscela di acidi grassi polinsaturi quali l’acido linoleico, l’acido linolenico ed il gammalinolenico (insostituibile, quest’ultimo, nel processo di sintesi delle prostaglandine, sostanze che regolano l’attività di numerose ghiandole, dei muscoli e dei ricettori nervosi).

Secondo il medico nutrizionista Udo Erasmus, autore del best seller Fats that Heal, Fats that Kill - una vera autorità internazionale nel campo dei grassi e degli oli alimentari - quello di canapa è l’olio vegetale più bilanciato, grazie all’elevato contenuto ed al rapporto ottimale dei due acidi grassi essenziali omega 3 e omega 6.

“Nessun alimento vegetale può essere paragonato ai semi di canapa per quanto riguarda il valore nutritivo. Mezzo chilo di semi di canapa fornisce tutte le proteine, gli acidi grassi essenziali e la fibra necessari alla vita umana per due settimane."
Dott. Udo Erasmus da Fats that Heal, Fats that Kill - Alive Books, 1993

Di grande rilievo anche il tenore dei carboidrati che gli conferiscono un valore energetico elevato (516 Kcal per 100 g).
Buona è anche la percentuale di fibra grezza e di sali minerali, tra cui prevalgono il ferro ed il fosforo. Considerevole anche la dotazione di vitamine A,E,PP,C, e del gruppo B, con l’esclusione della B 12.

Tra i tanti medici, ricercatori e docenti esperti di acidi grassi essenziali e grandi sostenitori del seme di canapa segnaliamo:

Dott. Elia Jonas
Specialista in pediatria e neuropsichiatria infantile nonché Moel della Comunità Ebraica di Roma

richiedici la scheda con l'esperienza del Dott. Jonas

etichetta dell'olio di canapa

Dott. Pasquale Fiengo
specialista in fitoterapia (Università di Siena) e in igiene e medicina preventiva
Via 4 Novembre, 50 - Ercolano - Napoli
Tel. 081 7762534 (mattina) – 081 7757828 (pomeriggio)

Prof. Dott. Roland R. Theimer
Facoltà di Chimica Fisiologica Vegetale
Università Bergisch
Wuppertal - Germania


L’olio di semi di canapa biologico, spremuto a freddo, viene utilizzato sia come integratore alimentare che ad uso terapeutico, per una infinita gamma di patologie tra cui:

• Eczema atopico, herpes, dermatiti, acne
• Artrosi
• Malfibricistica seno
• Tutte le patologie dell’apparato respiratorio (asma, rinite, faringite, tracheite, otite, sinusite, allergie respiratorie)
• Malattie degenerative del sistema immunitario; epilessia e crisi convulsive
• Nel trattamento della chemioterapia e nella terapia anti-aids

La canapa viene utilizzata da millenni da molte popolazioni per superare epidemie e carestie. La popolazione dell’Australia, ad esempio, nel XIX secolo riuscì a sopravvivere a due lunghe carestie ed epidemie nutrendosi di semi e fiori di canapa.

La sua coltivazione non richiede l’uso di diserbanti o pesticidi e riduce l’effetto serra.

A causa della denutrizione e per carenza di proteine, il 60 % dei bambini del terzo mondo muore di fame prima di raggiungere il quinto anno di vita. Il seme della canapa potrebbe salvare la vita a molti di loro.
 

Fonte : Organizzazione umanitaria “Save The Children” – World hanger project, Est, Forum